I GIORNI DELL’ABBANDONO di Roberto Faenza

Che dire dell'ultimo film di Faenza, che a Venezia non ha convinto nessuno, ma nelle sale cinematografiche sta andando piuttosto bene, grazie al tam tam di un pubblico femminile particolarmente interessato? Qualcuno ha criticato addirittura il titolo, trovandolo consueto e banale. Personalmente non condivido tale opinione, trovandolo anzi la cosa migliore del film: perché parla di "giorni", mettendo a fuoco il … Continua a leggere

LA BESTIA NEL CUORE di Cristina Comencini

La grande tragedia greca, col mito di Edipo, supporto concettuale della psicanalisi freudiana, ci dovrebbero portare  a individuare nell'inconscio profondo le cause prime delle nostre nevrosi, psicosi o, più genericamente, delle nostre azioni.  Invece, sembra banale dirlo,  alla maggior parte degli individui manca la capacità autocritica di scoprire la genesi dei propri comportamenti, mancando oltretutto una educazione, familiare e scolastica, … Continua a leggere

MARE DENTRO di Alessandro Amenabar

L'essere umano è la risultante di una complessa  miscela fisiologica e psichica, di forze corporali ed energie cerebrali, di vocazioni intellettuali e di pulsioni istintuali dell'inconscio: in pratica di carnalità  e spiritualità. Il mix peculiare di  tali elementi , presente in ogni soggetto,  costituisce l' unicum  inimitabile della sua individualità, capace di distinguerlo dal resto del mondo non meno delle … Continua a leggere

TUTTO SU MIA MADRE di Pedro Almodovar

Se considerassimo semplicemente la trama , i personaggi, la drammaticità delle loro vite e l'intreccio a fortissime tinte dei loro casi, "Tutto su mia madre" risulterebbe come un feuilleton di altri tempi; con sangre y arena, incidenti fatali, passioni senza freno, nascite e morte a ruota, storie di sentimenti complessissimi e irresistibili. Ancor più, ove alcuni personaggi  assumono una connotazione … Continua a leggere

QUO VADIS, BABY ? di Gabriele Salvatores

Il titolo, indubbiamente curioso, sembrerebbe idoneo al prossimo ciclo di "Vacanze di Natale"; si rifà, invece, ad un caposaldo del cinema di tutti i tempi: il celebratisssimo  "Ultimo Tango a Parigi" del grande Bertolucci.Aprire con una espressa citazione cinematografica, chiarisce da subito i modi e gli intenti del regista con questo film :  estendere la sua eclettica ricerca in nuovi ambiti, … Continua a leggere

IO NON HO PAURA di Gabriele Salvatores

Si sa che la più alta percentuale di delinquenza giovanile si riscontra presso i nati da "padre e madre ignoti", per la mancanza di una figura adulta che sappia educare "con amore nell'amore", fornendo le debite rassicurazioni al giovane, e ancora debole, virgulto. Consenso e accettazione lo aiuteranno a costituirsi una individualità serena ed ottimista verso l'esistenza, formandogli ad un … Continua a leggere

LA PROMESSA di Sean Penn

Il cinema americano segue abitualmente modalità stereotipate per i diversi generi, con l'effetto di approdare, nella maggioranza dei casi, a soluzioni assolutamente prevedibili  perchè già viste: pensate alle storie di avvocatura e tribunali, ai film di azione con gli inseguimenti in auto, ai polizieschi con agenti corrotti, ai film di mafia coi criminali  italo americani , o, stereotipo tra gli … Continua a leggere

APOCALIPSE NOW di Francis Ford Coppola

Nato proprio a ridosso della guerra del Vietnam, il famoso film di Coppola poteva allora segnalarsi come atto coraggioso di denuncia pacifistica; le ferite ancora fresche del conflitto non consentivano di andare oltre, con una dissacrazione più ardita dei misfatti americani e della ferocia bellica, come venne in seguito in film come Platoon.Nel film, dunque, la condanna della guerra passa … Continua a leggere

L’ORIZZONTE DEGLI EVENTI di Daniele Vicari

"L'orizzonte degli eventi" è termine del linguaggio scientifico, della fisica in  particolare, che credo definisca "il panorama della ricerca" in un determinato momento; cioè lo stato dell'arte degli studi in corso. Un po' come dire " a questo punto  è così che vanno le cose!".Vero questo, il quadro che emergerebbe da questo "film / ricerca" sarebbe davvero desolante, guardando in … Continua a leggere

LE CONSEGUENZE DELL’AMORE di Paolo Sorrentino

La noia, l'indifferenza, la solitudine, l'incapacità di comunicare, il pessimismo, sono temi molto consueti nel pensiero contemporaneo. Nel loro insieme si rifanno alla corrente filosofica esistenzialistica; questo tipo di pensiero, peraltro, non è certamente nuovo, ma punto di arrivo di una sensibilità che da sempre accompagna l'uomo nel doloroso cammino del vivere. Dal canto dei  lirici greci, agli anni "matti … Continua a leggere